Quantcast

Città di Palermo ed Ecosistem Lameziasoccer si giocano la possibilità di isolarsi in testa alla classifica

Dopo sei giornate il vantaggio delle due battistrada è di ben 7 punti sulla prima esclusa dai play-off.

Più informazioni su

Da uno spareggio all’altro. Dopo lo scontro diretto casalingo, chiuso vittoriosamente, per l’Ecosistem Lameziasoccer un altro big-match da far tremare i polsi nella settima giornata del torneo cadetto. Fino a sabato scorso erano tre le formazioni in testa alla classifica del campionato di serie B ora, nel giro di otto giorni, la graduatoria potrebbe essere completamente sconvolta. Un mini-torneo nel torneo tra le tre battistrada, Ecosistem, Acireale e Palermo, potrebbe lanciare la prima fuga stagionale. Finora la testa della classifica non è stata appannaggio di nessuno in solitaria ma sempre in coabitazione, un equilibrio che potrebbe essere destinato a finire sabato al PalaOreto.

Entrambe imbattute e vittoriose nell’ultima giornata disputata, Città di Palermo ed Ecosistem Lameziasoccer, si giocano la possibilità di isolarsi in testa alla classifica e prendersi la responsabilità di fare da lepre in un torneo che inizia a prendere la sua fisionomia in base ai valori che cominciano palesarsi sul campo. Sarà anche troppo presto ma, dopo sei giornate, il vantaggio delle due battistrada è di ben 7 punti sulla prima esclusa dai play-off. Un vantaggio importante che dà il senso di come potrà svilupparsi il prosieguo del torneo.

Forse azzardato definirle due corazzate ma, hanno le due migliori difese del torneo e due attacchi micidiali con una differenza reti di +17 (Palermo) e +12 (Ecosistem), con una media di poco più di un gol subito e più di tre realizzati.

Il Palermo, inoltre, ha realizzato ben tre clean sheet in tre partite su sei. Grandi numeri che danno la dimensione del valore di una gara che alla settima giornata nessuno pensava così importante e ricca di significati.

In sala stampa mister Carrozza si mostra abbastanza conscio e consapevole delle difficoltà della gara, ma anche delle potenzialità della propria squadra: “Partita importante ma non decisiva alla settima giornata, ci sono ancora tante partite da disputare per esserla. Conosciamo già dall’anno scorso i nostri avversari i quali presentano un roster che non ha bisogno di presentazioni con gente che ha fatto la storia del futsal siciliano ed alcuni anche italiano. Squadra esperta, sorniona che ti aspetta e ti punisce quando meno te lo aspetti. Noi andremo con la nostra solita sfacciataggine per vincere, siamo carichi, concentrati e convinti di poter far bene. La serie di risultati utili ci fa ben sperare, rispetto per tutti ma paura di nessuno quindi andremo a giocarci le nostre carte e vedremo cosa riusciremo a fare e portare a casa”.

Per la gara di sabato pomeriggio al PalaOreto di Palermo, alle 16, mister Carrozza porterà con sè i portieri Pardal e Fanile con Montesanti, Caffarelli, Deodato, Barbosa, Gagliardi, De Masi, Mantuano, Lio, De Sensi, Regner e Patamia di movimento.

Per questa gara la C.A.N. 5 dell’AIA ha designato Andrea Pulimeno di Roma 1 e Giuseppe Lamorgese di Roma 2. Al cronometro Davide Salvatore Fonti di Caltanissetta.

Più informazioni su