Quantcast

Termina con un pareggio senza reti la prima uscita ufficiale della Promosport femminile

Domenica prossima la compagine biancoblu sarà di scena a San Mango Argentano contro la Valle dell'Esaro

Più informazioni su

PROMOSPORT: Rispoli, De Marco, Criseo, Stranieri, Mancuso, Cognetto, Di Cello, Cardamone, Meduri (20′ st Gigliotti) (42′ st Zappoli), Gattuso (24′ st Farrell) (42′ st Gullo), Surace. A disposizione: Miceli, Zanfino. All. Crupi.

COSENZA: Carelli, Cariati, Romano, Ferrarello (10′ st Paura), Armini, Eusebio, Laurito (1′ st Caruso), Cinque, Esposito, Perrotta, Mauro. A disposizione: Gradolone, Domma, Arturi, Perfetti, Leale, Nicoletta, Reda. All. Orlando.

ARBITRO: Farina di Reggio Calabria.

NOTE: Ammonita: Cariati (C). Angoli: 3-8.

Termina con un pareggio senza reti la prima uscita ufficiale della Promosport femminile.

La compagine di mister Crupi impatta con il Cosenza nell’uggiosa domenica pomeriggio che ha segnato il primo turno del triangolare di Coppa Italia.

Domenica prossima la compagine biancoblu sarà di scena a San Mango Argentano contro la Valle dell’Esaro, l’altra compagine cosentina inserita nel triangolare.

giovanni cupri

Mister Giovanni Crupi a fine gara si dice “molto soddisfatto della prova delle ragazze. Affrontavamo una squadra che gioca da tanti anni insieme e ha alle spalle un settore giovanile dove può garantire molti ricambi. La partita per me e lo staff aveva un sapore particolare perché essendo tutti di Cosenza la sentivamo più delle calciatrici scese in campo, anche perché consapevoli che si affrontava una squadra che si candida alla vittoria finale sia del campionato che della Coppa Italia fase regionale”.

Il tecnico sottolinea come “la rosa è composta da un mix di età che va di 15 anni ai 50, si perché il calcio fa anche questi miracoli! Abbiamo giocato un buon gioco al cospetto di una squadra tosta, abbiamo sfiorato almeno in tre occasioni il gol in buone trame di gioco offensivo con due interventi miracolosi del loro portiere. Abbiamo subito nei minuti finali i loro attacchi grazie, come dicevo precedentemente, alla loro panchina lunga mentre noi ancora essendo in fase di completamento organico abbiamo avuto qualche problemino. La compattezza, il sacrificio, la tenacia sono stati la nostra forza quindi ottima prova contro una corazzata. Ringrazio tutta la dirigenza della Promosport e in particolare i Presidenti Folino e Liotta e tutto lo staff Dirigenziale della divisione Femminile che ha creduto in questo progetto e ha messo a disposizione risorse e programmazione”.

Più informazioni su