Quantcast

Dopo le polemiche interne in settimana solo un pareggio per il Lamezia Terme a Troina

Lamezia Terme che con 35 punti è ora quarto in classifica, con davanti Acireale (37), Cavese (38) ad inseguire la capolista Gelbison (40, con ancora da recuperare la gara contro il Trapani)

Più informazioni su

    TROINA (3-4-3): Faccioli; Mbaye, Falla, Padovani (74′ Denkovski); Mustacciolo, Pace (54′ Lo Cascio), Corcione, Maniscalco (79′ Cristaldi); Fratantonio (72′ Leone), Manfrè, Ficarrotta. A disp.: Mennella, Calaciura, Cardella, Leotta, Boufous. All. Galfano.

    LAMEZIA (4-3-3): Lai; Miliziano, Sabatino, Sirignano, Tipaldi; Bezzon (69′ Schimmenti), Corapi (83′ Rusescu), Maimone (74′ Salandria); Bollino (85′ Da Dalt), Haberkon; Terranova (69′ De Marco). A disp.: Gentile; Miceli; Magnavita; Amenta. All. Campilongo.

    ARBITRO: Pasculli di Como (Storgato-Beggiato).

    MARCATORI: 8′ Ficarrotta, 20′ Terranova, 40′ rig. Bollino, 80′ Denkovski.

    NOTE: Ammoniti Sabatino, Mbaye, Di Mauro. Espulso al 59′ Corcione per doppia ammonizione.

    Non arrivano dal campo le risposte che si ci attendeva dal Lamezia Terme dopo i malumori interni espressi dalla proprietà, con i gialloblu che tornano dal campo del Troina penultimo in graduatoria con un solo punto, con un diverso divario con le altre pretendenti alla vittoria del campionato, tutte invece vittoriose (4-0 della Gelbison a Castrovillari, 1-0 dell’Acireale a Cittanova, 1-0 della Cavese a Rende).

    Gara per Corapi e compagni da subito in salita con il gol dei padroni di casa ad opera di Ficarrota dopo 8 minuti (Lai non trattiene una punizione apparsa non irresistibile), ma partita ribaltata grazie alle reti dell’ultimo arrivato Terranova (20′) e Bollino su rigore (40′), dopo che in almeno 3 occasioni non era arrivata la rete del raddoppio.

    Nella ripresa l’espulsione di Corcione per i siciliani potrebbe mettere in discesa la gara per i calabresi, che invece non chiudono la contesa e a 10 minuti dal termine subiscono la rete del 2-2 finale con Denkovski (sul tiro però decisiva una deviazione di un giocatore gialloblù).

    Lamezia Terme che con 35 punti è ora quarto in classifica, con davanti Acireale (37), Cavese (38) ad inseguire la capolista Gelbison (40, con ancora da recuperare la gara contro il Trapani). Dietro rimane il Paternò (33) sconfitto dalla Sancataldese.

    Poco tempo per rimuginare però, perché mercoledì si tornerà di nuovo in campo: Lamezia Terme al “Guido D’Ippolito” contro la Polisportiva Santa Maria, Gelbison-Giarre, Paternò-Rende, Cavese-Trapani, mentre l’Acireale riposerà.

    Più informazioni su