Quantcast

Manita del Lamezia Terme ai danni del Trapani fotogallery

Gialloblu cinici come raramente successo nel resto del campionato, con una formazione a trazione young nella ripresa anche per via dei cambi obbligati.

Più informazioni su

LAMEZIA TERME (4-3-3): Lai; Magnavita. Amendola, Sirignano (23’st ), Amenta; Maimone (36’st Schimmenti), Corapi (44’st De Marco), Bezzon (30’st Tringali); Terranova, Haberkon (23’st Umbaca), Bollino.

A disp: Gentile, Nallo, Provazza, Da Dalt.

All. Campilongo.

TRAPANI (4-3-3): Recchia; Barbara, Maltese, Pagliarulo (6’st Amorello), Galfano (43’st Solimeno); Santarpia (8’st Buffa), Olivera (14’st Spano), Lupo; Vitale (19’st Meti), Musso, De Felice.

A disp: Di Maggio, Antezza.

All. Moschella.

ARBITRO: Nigro di Prato (assistenti Pulcinelli di Siena e Iuliano di Siena).

RETI: 17’pt Magnativa, 25’pt Haberkon, 11’st Amendola, 25’st Bezzon, 43’st Bollino

NOTE: spettatori 400 circa (2 ospiti). Espulso al

Ammoniti: Santarpia, Maimone, Corapi, Olivera, Galfano, Bezzon, Schimmenti, Maltese

Angoli: 5-5. Rec: 1’pt, 3’st

Prova di orgoglio del Lamezia Terme che dopo la sconfitta nello scontro diretto play off ad Acireale batte in casa il Trapani per 5-0.

Gialloblu cinici come raramente successo nel resto del campionato, con una formazione a trazione young nella ripresa anche per via dei cambi obbligati, e a trovarsi anche a recuperare punti alla Cavese (fermata sullo 0-0 dal Sant’Agata) ed Acireale (battuta 1-0 in casa dal Paternò) con secondo posto non raggiungibile (6 punti di distacco) e terzo distante 3 lunghezze con 2 gare ancora da disputare.

Lamezia trapani

PRIMO TEMPO

0′ condizioni ambientali e di classifica che sotto la pioggia meno vedono pubblico rispetto alle gare precedenti, con 2 stoici tifosi ospiti in Curva Sud

17′ primo corner della gara e vantaggio per il Lamezia Terme, con Magnavita a trovare l’inserimento vincente su assist di Corapi

24′ ritmi lenti in campo, Bollino prova dalla distanza su assist di Terranova con pallone che sibila a lato di poco

25′ raddoppio del Lamezia: Maimone scende sulla destra, cross teso sul primo palo per Haberkon che anticipa Maltese e devia in porta sorprendendo Recchia

38′ primo intervento ma decisivo per Lai che indietreggiando leva dal sette il colpo di testa di Musso

46′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Sirignano si immola sul tentativo di girata di Musso, ribaltamento di campo e Magnativa cerca il cross al centro per Bollino, palla girata male che diventa un assist per Haberkon che però gira verso la porta quando la palla era già uscita

51′ squadre negli spogliatoi sulle note di “viva la mamma” vista la festività, e Lamezia Terme in vantaggio di 2 reti

SECONDO TEMPO

4′ Maimone prova l’incursione per vie centrali, palla calciata debolmente

9′ Haberkon cerca il taglio di Bollino, portiere attento a chiudere in presa bassa

11′ cross di Amendola dalla zona prossima alla panchina di casa, traiettoria che finisce direttamente in porta con Recchia a bloccare la palla oltre la linea secondo la terna arbitrale che vale il 3-0 gialloblu

15′ Recchia si supera su colpo di testa di Bollino

22′ Spano pennella al centro per Musso che sottoporta spedisce sopra la traversa

23′ pestone per Sirignano costretto ad uscire, linea difensiva totalmente under così per il Lamezia Terme con Amenta centrale insieme ad Amendola

25′ Magnavita cerca il cross teso sul primo palo, Umbaca viene anticipato ma Bezzon subito dietro raccoglie e deposita in diagonale in rete il poker gialloblu

34′ ospiti pericolosi con colpo di testa di Maltese che sorvola di poco la traversa

35′ Recchia si salva in due tempi su conclusione di un avversario

42′ Schimmenti punta e viene atterrato da Galfano in area. Del rigore si incarica Bollino che sigla la manita con palla sotto la traversa

 

Più informazioni su