Quantcast

Ultima trasferta della stagione regolare a San Cataldo per il Lamezia Terme ambendo al terzo posto

Rientrano in gruppo dopo l'infortunio Miliziano e Sabatino, problemi superati per Salandria e Rusescu, out Sirignano

Più informazioni su

A due giornate dal termine della stagione regolare sono 6 i punti di distacco dalla seconda posizione e 3 dalla terza per il Lamezia Terme, il cui unico obiettivo stagionale rimane ora quello di cercare di trovare il piazzamento per poter giocare in casa almeno la semifinale playoff del girone I di serie D.

Negli ultimi due impegni in calendario avversarie dalle opposte motivazioni di classifica. Si inizierà domani in casa della Sancataldese, in classifica a +6 sul Rende quintultimo, ovvero il successivo avversario per i gialloblu nel turno successivo al “Guido D’Ippolito”.

Mister Campilongo non usa grossi giri di parole nel presentare la trasferta di domani: «faremo di tutto per vincere questa partita, ma troveremo una squadra che cercherà gli ultimi punti salvezza. Noi ci crediamo per il discorso del terzo posto, ma non dipende solo da noi. Intanto dovremmo vincere queste due partite, confidando poi nei risultati dell’Acireale» che si troverà ad incontrare Città di Sant’Agata e poi Cavese.

Ultima trasferta in calendario, avversario non demotivato secondo il tecnico dei lametini: «all’andata fecero una buona impressione, venivano da 8 risultati utili consecutivi. Nel girone di ritorno ha avuto un percorso più complicato, ma questo non cambia il nostro piano partita. Loro vorranno fare risultato per festeggiare la matematica salvezza, ma da par nostro dovremmo riuscire ad esprimerci meglio rispetto alle ultime trasferte».

Cruciale sarà anche la tenuta fisica e l’aver recuperato anche alcuni giocatori, con Campilongo a spiegare che «non abbiamo mai tralasciato il lavoro settimanale, in queste ultime due abbiamo lavorato bene senza pensare ai playoff che ormai sono un risultato acquisito», e stilare poi il “bollettino medico”: sono tornati in gruppo Miliziano e Sabatino, anche se naturalmente andranno fatti entrare in partita un po’ alla volta per ritrovare minutaggio; Salandria ha superato un piccolo problema fisico, rientrato anche lui con i compagni solo nelle ultime sedute al pari di Rusescu; sarà out invece Sirignano, uscito prima del termine della gara contro il Trapani dopo un contrasto di gioco, con ematoma sul quadricipite ancora non riassorbito.

L’obiettivo è avere tutti nella situazione mentale fisica e mentale ottimale per i playoff.

Più informazioni su