Quantcast

La Viola Tennis trionfa a Mesagne

Viola Tennis prima in classifica nel girone 7, insieme al "New Tennis TDG", che sarà ospite della squadra lametina il 2 giugno.

Più informazioni su

    La Viola Tennis & Sports trionfa a Mesagne, in una giornata di tennis spettacolo contro il CT “De Guido” Mesagne.

    Le partite iniziano con un po’ di ritardo a causa della pioggia notturna, ma alle 10.45 si incomincia in entrambi i campi. Su campo 1 si incontrano Diego Augusto Barreto Sanchez (2.4) per il Mesagne e Francisco Bahamonde Nicastro (2.5) per la Viola Tennis.

    Serve per primo il padrone di casa, che vince il game; la partita prosegue in equilibrio fino al settimo gioco, conquistato dal lametino, che strappa il servizio all’avversario, portandosi sul 4-3. Bahamonde aumenta il ritmo e non concede più nulla fino alla fine del set, che termina 6-3.
    Il secondo set incomincia come era finito il primo, con Bahamonde che domina, portandosi sul 3-1. Il Pugliese però non si fa sopraffare e resta concentrato, recuperando il break e superando il lametino, che perde il secondo set 6 giochi a 4.
    Il terzo set è a senso unico a favore di Barreto Sanchez, che lascia a zero il calabrese e regala il primo punto alla sua squadra.

    Il pareggio della Viola Tennis arriva per mano di Francisco Sinopoli (2.4), che vince contro Nicolas Gaston Tonello (2.4), in un match durato quasi 3 ore.
    Il padrone di casa va subito in vantaggio e si aggiudica il primo set 6-3. Il secondo parziale è molto equilibrato, Sinopoli è determinato e riesce a vincerlo al tie-break per 7 punti a 4.
    Nel terzo set Tonello si porta subito sul 2-0, ma il giocatore della Viola riesce a ristabilire la parità e con gran caparbietà non perde più un game, vincendo il set 6-2.

    Terzo e quarto match.

    Sul punteggio di 1-1 per i due club, si avviano gli altri due match di singolare.

    Simone Pacciolla (3.1) e Fernando Romboli De Souza (2.6) si affrontano in un incontro meno equilibrato rispetto ai primi due. Romboli si porta facilmente in vantaggio e la partita è in discesa per il tennista lametino. Il primo set termina 6-2 , così come il secondo.
    Bastano pertanto 57 minuti alla Viola per aggiudicarsi il secondo punto della giornata.

    Il quarto match singolare diventa una partita di grande importanza e i due tennisti lottano per 2 ore e 50, senza mollare un punto.
    Lautaro Agustin Falabella (2.3) comanda nel primo set su Giannicola Misasi (2.3), che non riesce ad impostare il suo gioco, totalmente in balìa dell’avversario. Il parziale finisce 6-1 per il pugliese.
    Nel secondo set la situazione si inverte e il giocatore lametino domina su Falabella, che sembra smarrito. Il terzo parziale vede di nuovo Falabella tornare in vantaggio.
    Misasi cede il servizio e il tennista di casa si porta prima sul 4-1 e poi sul 5-3, momento in cui il giocatore dei Viola cambia ritmo, riuscendo ad arrivare al tie-break, ed aggiudicandoselo per 7 punti a 2.

    I doppi.

    Si va al riposo alle 17, con i calabresi in vantaggio 3 incontri a 1.

    Le due partite di doppio diventano fondamentali e la compagine pugliese schiera da una parte Barreto Sanchez e Davide Spina (2.6) , dall’altra la coppia Falabella e Tonello. I primi scendono in campo contro Bahamonde e Romboli, i secondi affrontano Misasi e Sinopoli.

    Il primo set dei due incontri è a specchio, nel primo match Falabella e Tonello lo vincono 6-2, nel secondo match è la coppia lametina che vince 6-2.
    Dopo 50 minuti i pugliesi nel campo 1 chiudono il match aggiudicandosi anche il secondo set, col punteggio di 6-1, e portando la propria squadra ad un passo dal pareggio.
    Il match su campo 2 è decisivo, ma la coppia lametina mantiene alta la concentrazione e conquista il secondo set 6 giochi a 4, portando il quarto punto per la Viola Tennis e la vittoria finale.

    Dopo una giornata straordinaria di grande tennis, da entrambe le parti, la Viola Tennis è prima in classifica nel girone 7, insieme al “New Tennis TDG”, che sarà ospite della squadra lametina il prossimo 2 giugno.

    Più informazioni su