Quantcast

Deliberate le nuove tariffe d’uso per gli impianti di quartiere e palestre scolastiche comunali

Per le partite/allenamenti stimato un monte orario annuo di 1.900 per gli impianti di quartiere e 2.500 per le palestre

Più informazioni su

Dopo la seduta di quarta commissione consiliare sul punto del 10 giugno, giovedì è stata determinata la ricognizione dei campetti di quartiere lametini, con determinazione e rivalutazione tariffaria valevole anche per le palestre scolastiche.

Fermo restando che, dato il piano di riequilibrio vigente, il costo complessivo di gestione dei servizi a domanda individuale deve essere coperto con proventi tariffari e con contributi finalizzati in misura non inferiore al 36%, si reputa che «gli attuali vigenti importi delle tariffe per l’uso degli impianti sportivi di quartiere risultano inadeguati a consentire una equa copertura dei costi gestionali a carico dell’Amministrazione comunale e/o dei soggetti gestori concessionari che le mettono a disposizione», citando in particolare «le utenze, la Tari, i costi per la messa e mantenimento in sicurezza di taluni impianti, la custodia, la pulizia, i costi di manutenzione di un patrimonio impiantistico di non recente realizzazione».

Alla determina manca l’elenco degli impianti di quartiere stilato dopo un sopralluogo congiunto con tecnici del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, ma quanto meno non si ci è dimenticati di allegare il piano tariffario, sebbene entrambi gli atti siano propedeutici all’approvazione della determina. Se l’affidamento in gestione passerà da un nuovo avviso pubblico, entrambi gli allegati dovranno essere pubblicati.

IL PIANO DI GESTIONE

Sebbene si parli per lo più di strutture all’aperto ed attualmente in disuso, si prevede per ogni campo un monte ore annuo pari a 1900 come utilizzo per le partite/allenamenti.

Si stima nello specifico di avere ricavi annui per 7.100 euro (totale allenamenti/ eventi 5.700 euro, manifestazioni extra sportive 900, sponsor 500) per altrettanti costi di spesa (manutenzione ordinaria 2.100 euro, spese generali 2.000, pulizie e manutenzione verde 2.000, custodia ed utenze 1.000).

Per le palestre scolastiche invece si arriva a 2500 ore annue, anche se al momento il calcolo è più che teorico essendo solo una palestra della scuola media Pitagora aperta all’uso pomeridiano e tutte le altre ancora chiuse per motivi ostativi burocratici.

In questo caso a fronte di 13.900 euro di ricavi (totale allenamenti/ eventi 12.500 euro, manifestazioni extra sportive 900, sponsor 500) le spese sono pari a 35.000 (personale 12.000, utenze, pulizie, spese generali, altro 23.000).

In entrambe le tipologie di strutture per gli eventi a pagamento viene fissata una percentuale unica del 5% sugli incassi risultanti dal borderau SIAE al Comune con minimo garantito (3% al Comune, 2% al Soggetto Gestore), con un minimo fisso di 100 euro (che scende a 60 con l’ingresso gratuito), facendo riferimento a manifestazioni politico – sindacali, religiose, musicali – teatrali o comunque sopra le 3 ore.

Previsto uno sconto del 10% in caso di almeno 10 allenamenti e partite mensili, saranno esenti dal pagamento oltre a 10 giornate scelte dal Comune:

  • svolgimento dei giochi sportivi paraolimpici e manifestazioni promosse dalle associazioni, cooperative sociali, federazioni e con minori accolti nelle strutture residenziali previste dalla normativa regionale dell’ambito territoriale di Lamezia Terme ed ogni altro evento organizzato dall’amministrazione comunale;
  • cittadini sopra i 65 anni;
  • persone con disabilità.

LE TARIFFE PER GLI IMPIANTI DI QUARTIERE

In caso di manifestazioni sportive per la partecipazione a campionati viene fissato un minimo fisso di 25 euro se con ingresso a pagamento, che scende a 20 per partite con ingresso gratuito. Per gli allenamenti le tariffe orarie son di 5 euro con l’uso delle docce, 4 senza l’uso delle docce, 10 nel caso dell’uso dell’illuminazione.

Per le altre attività sportive ricreative, quindi non legate a campionati, fino ad un massimo di 2 ore la tariffa a partita è di 20 euro con uso di docce e spogliatoi, 10 senza l’uso delle docce, 30 con l’illuminazione, mentre per gli allenamenti l’esborso orario è di 4 euro con doccia, 3 euro senza, 10 con l’illuminazione.

LE TARIFFE PER LE PALESTRE

In caso di manifestazioni sportive per la partecipazione a campionati viene fissato un minimo fisso di 25 euro se con ingresso a pagamento, che scende a 15 per partite con ingresso gratuito. Per gli allenamenti le tariffe orarie son di 6 euro con l’uso delle docce, 3,50 senza l’uso delle docce.

Per le altre attività sportive ricreative, quindi non legate a campionati, fino ad un massimo di 2 ore la tariffa a partita è di 26 euro con uso di docce e spogliatoi, mentre per gli allenamenti l’esborso orario è di 7 euro con doccia, 5 euro senza.

 

Più informazioni su