Si è conclusa lunedì la prima edizione del torneo La Casa De Padel

A trionfare nel tabellone A, la coppia formata da Paolo Carnovale e Davide Caimi. Mattatori del tabellone B, invece, Antonello Cuda e Antonio Caruso

Più informazioni su

Si è conclusa lunedì la prima edizione del torneo La Casa De Padel, campionato amatoriale promosso dall’omonima associazione che, dal 19 al 22 agosto, ha radunato al Circolo Padel & Tennis CoolBay Marinella decine e decine di sportivi e appassionati di quello che, ormai, è a tutti gli effetti lo sport del momento: il padel. Tre giorni (e mezzo) all’insegna di un sano agonismo in cui ben 24 squadre, suddivise in 6 gironi, si sono sfidate a colpi di smash, volèe e bandeja dando vita a 2 gironi.

A trionfare nel tabellone A, formato dalle prime due classificate di ogni girone, la coppia formata da Paolo Carnovale e Davide Caimi, protagonisti di una finale avvincente contro la coppia Pellegrino/Grandinetti, conclusa sul punteggio di 10-7 al termine di un tie-break. Terzi classificati Giuseppe Costanzo e Francesco De Medici, eliminati in semifinale proprio dai campioni questa prima edizione.
Mattatori del tabellone B, invece, Antonello Cuda e Antonio Caruso, coppia vincente nella sfida contro il duo Calfa/Mauro, antipasto pomeridiano in vista del big match serale.

Particolarmente soddisfatto, al termine della manifestazione, il presidente dell’associazione ASD La Casa De Padel, Davide Ventura: «è stata una prima edizione entusiasmante, ricca di spettacolo, colpi di scena e anche diverse sorprese. Sono molto felice di aver contribuito a mostrare il vero volto del padel, considerato da qualche purista un semplice gioco ma, in realtà, già disciplina sportiva a tutti gli effetti da almeno un decennio, praticata a vari livelli da tennisti, ex calciatori e sportivi assortiti, come testimoniato dal nostro torneo, che è riuscito a radunare diverse figure di spicco dello sport locale, attirando anche un folto pubblico costituito non solo da curiosi e appassionati, ma anche da addetti ai lavori. Un ringraziamento particolare – conclude Ventura – va a tutti loro, ma soprattutto a chi ha lavorato con noi fianco a fianco, a partire dai nostri sponsor, affinché la prima edizione del torneo La Casa De Padel potesse essere un’esperienza unica».

Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere dell’associazione, Giuseppe Costanzo, altro nome storico dello sport lametino: «in questo primo torneo abbiamo registrato ben 24 squadre di ottimo livello, sia sotto il profilo tecnico che qualitativo. Gli incontri sono stati molto accesi a livello agonistico ma sempre corretti, evidenziando un grande fair play tra i giocatori, aspetto particolarmente apprezzato anche dal pubblico. Abbiamo dovuto un po’ lottare contro le condizioni metereologiche avverse, ma siamo comunque riusciti a dar vita a un torneo avvincente e questo – chiude Costanzo – era il nostro principale obiettivo».

Più informazioni su