Quantcast

Verso una soluzione con sostituto per 1200 pazienti tra Carlopoli e Serrastretta rimasti senza medico di base

Il sindaco Molinaro disponibile a fornire locali gratuitamente, la collega Talarico rassicura sull'assistenza pediatrica

Tra Carlopoli e Serrastretta erano circa 1200 i potenziali pazienti rimasti senza assistenza dopo il pensionamento della dottoressa Domenica Caridi, e così i due sindaci del territorio hanno chiesto all’Asp di Catanzaro di attivarsi, annunciando oggi i relativi risvolti.

Il sindaco di Carlopoli, Emanuela Talarico, spiega che «il dottore Ventura non ha raggiunto la capienza massima per cui i pazienti con patologie gravi della Caridi – su espressa loro richiesta – sono stati spostati a lui in quanto necessitavano di farmaci salvavita urgenti», spiegando che «a seguito dell’incontro tenuto presso l’ASP tra l’assessore delegato alla sanità, Raffaele Mancuso, e il Dirigente Alessi», oggi l’ASP ha disposto la sostituzione della Caridi, posta in quiescenza, con un nuovo medico di base.

«Nell’incontro tenuto lunedì scorso si è, altresì, discusso anche della problematica relativa al pediatra di zona. Dall’Asp ci hanno assicurato che il pediatra in carica riuscirà a coprire tutti i bambini del territorio» conclude la Talarico.

Il primo cittadino di Serrastretta, Felice Molinaro, conferma l’apertura dell’azienda sanitaria provinciale nel trovare un sostituto, aggiungendo che l’amministrazione contribuirà fornendo dei locali idonei gratuitamente allo scopo.