Quantcast

“Anche il consolidato 2019 sarà deliberato da qui a breve, perché è uno degli allegati per avere il via libera alle assunzioni”

Il consolidato 2018 (ovvero il confronto tra il bilancio del Comune e quello delle relative partecipate) è atteso il 23 luglio in consiglio comunale

Più informazioni su

Sarebbe dovuto essere approvato entro fine settembre, ma la terna commissariale anche sul bilancio consolidato 2018 non ha rispettato i termini, in questo caso per via della travagliata vicenda del bilancio della Lamezia Multiservizi, approvato solo nei mesi scorsi dalla nuova amministrazione comunale. Il consolidato 2018 (ovvero il confronto tra il bilancio del Comune e quello delle relative partecipate) è atteso ora il 23 luglio in consiglio comunale, e questa mattina è passato dalla commissione consiliare per tramite della relazione dell’assessore Sandro Zaffina, trovando l’approvazione della maggioranza e l’astensione del centrosinistra.

Per quanto riguarda la società attualmente gestita come amministratore unico da Eliseo Bevinino, il bilancio al 31 dicembre 2018, che riportava una perdita di 21.967.824 euro prima dell’approvazione del concordato, è stato approvato il 22 giugno dall’assemblea dei soci unitamente al bilancio al 31 dicembre 2019 con un utile di esercizio di 21.550.207 euro (destinato a ripianare le perdite degli esercizi 2016 e 2017, mentre la perdita dell’esercizio 2018 si è ridotta 1.602.861 euro).

Urgenza in via Perugini per tale atto si registra anche per le conseguenze, prevedendo la norma che gli enti inadempienti «non possono procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo, con qualsivoglia tipologia contrattuale, ivi compresi i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa e di somministrazione, anche con riferimento ai processi di stabilizzazione in atto, fino a quando non abbiano adempiuto e che è fatto altresì divieto di stipulare contratti di servizio con soggetti privati che si configurino come elusivi del vincolo: la prima applicazione è effettuata con riferimento al bilancio di previsione 2017-2019, al rendiconto 2016 e al bilancio consolidato 2016». Non il migliore biglietto da visita, quindi, con cui andare a bussare alla commissione ministeriale per ottenere il via libera al piano di assunzioni previsto.

Chiudono due dati numerici relativi ai compensi nel 2018 del collegio dei revisori dei Conti del Comune di Lamezia Terme (64.316,17 comprensivo di IVA, CP e rimborso spese di viaggio) e i componenti della Commissione Straordinaria (148.443 euro a titolo di indennità di carica).

«Anche il consolidato 2019 sarà deliberato da qui a breve, perché è un altro degli allegati da portare in commissione ministeriale per avere il via libera alle assunzioni, la situazione di mancanza di personale non è più gestibile» sottolinea l’assessore Zaffina, prevedendo che «incidendo per lo più la situazione della società in house, verosimilmente il consolidato 2019 potrebbe chiudere in utile».

Il 23 luglio arriverà in consiglio comunale anche il bilancio consuntivo 2019, sulle cui osservazioni e parere non favorevole del collegio dei revisori l’assessore (che in precedenza ha ricoperto anche il ruolo di presidente del collegio dei revisori per il Comune) non nasconde amarezza e perplessità, non condividendo alcune analisi effettuate. Il confronto se non direttamente in commissione (nuova riunione domani alle 16 sul tema), avverrà direttamente in consiglio comunale.

Più informazioni su