Quantcast

Uniti per Cambiare della frazione Acquafredda chiede lavori stradali migliori rispetto a quelli di novembre

I componenti dell’associazione, supportati dai cittadini, a proprie spese hanno provveduto almeno a riparare le parti piu’ disastrate e pericolose

Più informazioni su

I componenti dell’associazione Uniti per Cambiare della frazione Acquafredda di Lamezia Terme lamentano che «nonostante le varie segnalazioni anche attraverso incontri non risolutivi con il sindaco, che aveva garantito l’intervento al più presto, lo stato di abbandono in cui versa la strada Caronte-Vonio-Acquafredda è veramente vergognoso ma soprattutto pericoloso, specie nel periodo invernale, ma anche dispensionso in quanto i mezzi di circolazione subiscono danni non indifferenti, quindi a pagare sono sempre i cittadini».

Proseguono i lavori per il ripristino del manto stradale in alcune zone della città particolarmente dissestate

Gli ultimi lavori da parte del Comune erano stati effettuati a novembre, mentre a settembre si ci era candidati all’assegnazione di un contributo erariale per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio, tramite il bando emanato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento Affari Interni e Territoriali – Direzione centrale della finanza locale. Tra questi anche la messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico – delle aree collinari al contorno della città di Lamezia Terme, gravate da fenomeni di dissesto con frana (contrade: San Minà – Cubiti – Caronte/Acquafredda, per complessivi 700.000 euro.

Presentati 6 progetti per 5.000.000 euro sulla messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico

I componenti dell’associazione, supportati dai cittadini, a proprie spese hanno provveduto almeno a riparare le parti piu’ disastrate e pericolose «visto che non e’ possibile riparare del tutto, in quanto manca la manutenzione ordinaria da molti anni, quindi questa non e’ certamente la soluzione definitiva ma un tamponamento provvisorio visto che ormai i cittadini sono stremati dalla situazione di insicurezza percorrendo questo tratto con i propri veicoli ma anche perche’ ogni giorno transita lo scuolabus che porta i bambini a scuola».

All’amministrazione comunale, presente e futuro, si fa appello per «mettere in sicurezza questo percorso che oltre al manto stradale e’ minacciato da tante altre insicurezze come: mancanza di guard-rail, caduta massi e caduta alberi che sono una minaccia costante specie in questo periodo invernale. Anche se non di competenza comunale, comunque il Comune o chi di competenza deve essere vigile almeno su queste situazioni di pericolo».

Più informazioni su