Quantcast

All’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” la manifestazione conclusiva “Un albero per il futuro”

Piantati un acero montano e un abete bianco, il cui valore simbolico rappresenta un investimento di buone pratiche per garantire un futuro più verde.

Più informazioni su

L’Istituto Comprensivo Rodari di Soveria Mannelli, guidato dal Dirigente Scolastico Antonio Caligiuri, ha aderito all’iniziativa progettuale “Un albero per il futuro, Le scuole creano un bosco diffuso” in collaborazione con il Reparto Carabinieri Forestali Biodiversità di Catanzaro, nella persona del Comandante Colonnello Nicola Cucci e dell’Educatore Ambientale Antonio Mancuso.

Si è tenuta nei giorni scorsi presso il Parco annesso alla Chiesetta degli Abbandonati in località San Tommaso a Soveria Mannelli la manifestazione conclusiva all’interno del progetto “Un albero per il futuro”.

Hanno aderito gli alunni e le alunne delle classi IIIA e IIB di Scuola Primaria “Don Vincenzo Sirianni” , guidate dalle docenti Guerina Trimboli, Pina Sirianni, Angela Costanzo, Tiziana Caruso, Fiorina Piccoli.

Alla giornata ha presenziato l ’Educatore Ambientale Antonio Mancuso, la collaboratrice del Dirigente Scolastico Tommasina Baratta, il Sindaco del Comune di Soveria Mannelli, Michele Chiodo, il Presidente del Consiglio Comunale Alberto D’Arrò e il parroco Don Roberto Tomaino.

La Baratta, rivolgendosi ai ragazzi, ha evidenziato l’attenzione della scuola verso le tematiche dell’ambiente e della cultura della legalità, binomio indissolubile. Tutti i presenti hanno ribadito l’importanza degli alberi per la vita del Pianeta e di tutti gli esseri viventi. A conclusione dell’incontro sono de Stati piantumati due alberelli appartenenti alla flora locale: un acero montano e un abete bianco, il cui valore simbolico rappresenta un investimento di buone pratiche per garantire un futuro più verde.

Nel pomeriggio sono stati allestiti due laboratori: uno artistico, dove i bambini e le bambine hanno espresso la loro creatività, e uno scientifico alla scoperta di tracce in natura.

Più informazioni su