Quantcast

In Campania vittoria importante che conferma la Royal Lamezia in vetta alla classifica

Primo tempo perfetto chiuso sullo 0-4. Ripresa gestita da grande squadra e risultato finale che sta persino stretto alle biancoverdi.

Più informazioni su

    FUTSAL WOLVES – ROYAL TEAM LAMEZIA 1-4
    Reti: 1T 12’25” Ferreira  13’40” De Sarro  15’10” Ferreira 17’05” Calendi 2T 16’50” Mansi.

    Futsal Wolves: Lanza M, Gonzalez, Razza, Ponticiello, Miroballo, Sangermano, Fiengo, Lanza, Mansi, Ambrosino,D’Urso, Iervolino.
    All: Iamunno

    Royal Team Lamezia: Toledo, Ferreira, Marin, De Sarro, Aliotta, Calendi, Capuano, Martinez, Arzente, Branca, Fakaros.
    All: Moreno Giorgi

    Ancora un successo, il sesto consecutivo, per la Royal Team Lamezia che sul campo della Futsal Wolves, fin qui imbattuta, fa la voce grossa disputando una gara maiuscola.  Tre punti che lasciano le biancoverdi al comando della classifica, seppur con una gara in più.

    Il primo tempo, nonostante le donne di mister Giorgi debbano fare ancora a meno di un tassello fondamentale come Martinez, scorre via tutto d’un fiato, con ritmi decisamente da categoria superiore. Si arriva così quasi senza accorgersene alla seconda metà della prima frazione, dove la Royal, dopo aver divorato una quantità industriale di palle gol, piazza il break decisivo.

    Intorno al tredicesimo Ferreira decide di mettersi in proprio e con un incursione centrale fulmina il portiere Lanza. La rete sblocca definitivamente le lametine che prendono ulteriormente coraggio. Nemmeno il tempo di un giro di lancette che è De Sarro a farsi trovare pronta su una respinta della difesa di casa. La partita è un monologo Royal che continua a spingere. Tanta audacia viene premiata subito dopo quando, ancora Ferreira, approfitta del momento di sbandamento della Wolves firmando il 3-0. Mister Iamunno prova a dare la scossa con il portiere di movimento, ma è ancora la squadra ospite ad allungare. Una palla recuperata in pressione finisce sui piedi di Calendi che non ci pensa un attimo e calciare a porta sguarnita: 0-4 e Wolves al tappeto.

    Nella ripresa calano inevitabilmente i ritmi e la squadra del presidente Mazzocca gestisce il match, con Toledo che fa buona guardia sventando in più di un’occasione la rete della bandiera della squadra di casa. Rete che arriva solo a pochi minuti dal termine quando Mansi è abile a sfruttare un regalo della stessa Calendi, che sbaglia una palla in uscita pressing.

    Il premio Mvp Radici a fine gara se lo aggiudicano questa settimana Yasmine Toledo e Veronica Calendi, protagoniste anche delle dichiarazioni post partita.

    Toledo: “Oggi pensavamo che sarebbe stata una partita combattuta, soprattutto dal punto di vista fisico, ed il campo ha confermato questa nostra sensazione. Abbiamo lavorato bene tutta la settimana con allenamenti a dir poco intensi. Questo ci ha portato ad affrontare la partita di oggi con un grande ritmo. Sin dall’inizio abbiamo imposto il nostro gioco e questo è il risultato. Abbiamo iniziato la partita cariche e siamo riuscite a costruire buone azioni e 4 reti bellissime, che sinceramente ci vanno anche un po’ strette per quanto prodotto. Sapevo poi che nel secondo tempo la partita sarebbe diventata più dura e che sicuramente la squadra avversaria sarebbe arrivata  più volte nella mia porta, ma ho cercato di restare concentrata e farmi trovare pronta. La personale vittoria Mvp Radici di oggi è stato il giusto premio. Sono contenta di vedere quanto stiamo crescendo e che bel gruppo abbiamo creato. Sono queste partite nelle quali senti le famose farfalle nello stomaco e che tutte noi non vedevamo l’ora di giocare. La cosa più importante è stata portare a casa 3 punti indispensabili per noi.”

    Calendi: “Sapevamo che per portare a casa una gara del genere, a casa loro per giunta, avremmo dovuto disputare una grande partita. Abbiamo cercato di preparare al meglio questo match per riuscire a portare i tre punti a casa e così è stato. Abbiamo messo anima e corpo ed il risultato direi che parla da solo. L’unione del gruppo oggi in particolare è stato il nostro punto di forza e se continuiamo su questa strada potremo solo crescere ancora. Abbiamo avuto certamente anche oggi dei momenti di difficoltà che però abbiamo superato nel migliore dei modi, segno che stiamo diventando una grande squadra”.

    Più informazioni su