Quantcast

Non basta un Sakellariou da 38 punti al Basketball Lamezia che perde contro Benevento 88-98 foto

Gara 2 prevista giovedì a Benevento già da dentro o fuori per i lametini, con eventuale terza partita domenica nuovamente a Lamezia Terme.

Più informazioni su

BASKETBALL LAMEZIA – MIWA ENERGIA CESTISTICA BENEVENTO 88-98

(22-27, 42-52, 61-74)

BASKETBALL LAMEZIA: Spasojevic 2, Dmitrovic 8, Monier 14, Tartamella 8, Sakellariou 38, Ferretti 7, Giampà G, Conti, Romeo 2, Terreni 9.

Coach: Barilla.

MIWA ENERGIA CESTISTICA BENEVENTO: Rianna 2, Papa 11, Manisi 2, Naddeo 4, Smorra 14, Ordine 14, Murolo 20, Rusciano 4, Laudanna, Laudando, Alunderis 27, Damiano.

Coach: Parrillo

Non basta un Sakellariou da 38 punti, giusto per onorare il titolo di miglior realizzatore della serie G Gold Campania, al Basketball Lamezia per iniziare al meglio i play off, perdendo la terza gara di fila nell’ultimo periodo. Più quadrato il Benevento, in cui vanno in doppia cifra 5 giocatori (nelle fenici gialloblu solo il capitano Monier) alternando bombe dalla distanza a penetrazioni del pitturato, con i padroni di casa invece troppo macchinosi in fase realizzativa.

Benevento parte meglio da dietro l’arco, coach Barilla è chiamato al primo time out a metà quarto sul 10-18. Strigliata che ha effetti limitati, con parziale che si chiude sul 22-27 e maggiore fatica delle fenici rispetto ai cinghiali in fase offensiva.

Terreni rompe il parziale ospite in avvio secondo quarto (24-33), e su un fallo a metà campo a Benevento viene anche fischiato il primo antisportivo della gara che aggiunge decibel al livello delle proteste per l’intensità dei contatti.

Uscito per infortunio Rianna i compagni di squadra continuano a tenere una buona circolazione di palla e chiudere gli spazi nel proprio pitturato approfittando delle basse percentuali lametine al tiro (30-43), coach Barilla ferma il gioco ed alza la voce in panchina per cercare di invertire l’inerzia della gara (34-46). Sakellariou con 23 punti nel primo tempo e due triple nel finale tiene in vita Lamezia, che però al riposo lungo chiude sotto di 10 punti (42-52) con Alunderis a quota 19 punti in due quarti e le triple dei Smorra e Murolo a costituire metà del bottino messo a segno dal Benevento.

Il giocatore di origine greca parte bene anche in avvio di terzo quarto, ed un canestro alla volta Lamezia si rifà sotto (53-57 con tiro in allontanamento di Terreni su cui coach Parrillo chiama time out). Benevento ritrova la via dall’arco ed allunga approfittando delle idee annebbiate offensive lametine (59-70), e all’ultimo riposo si va sul 61-74.

Il Palasparti alza la voce per provare a cambiare l’andamento della gara, a metà parziale il gap è ridotto (74-79), ma Lamezia non riesce a piazzare la zampata vincente per impattare e Benevento riallunga (78-88).

Lo 0 su 2 dai liberi di Terreni è la bandiera bianca dei padroni di casa, con l’ultimo minuto utile solo a rimpinguare lo score finale sull’88-98.

Gara 2 prevista giovedì a Benevento già da dentro o fuori per i lametini, con eventuale terza partita domenica nuovamente a Lamezia Terme.

Più informazioni su