Quantcast

Sottoscritto giovedì il contratto di appalto per la nuova piattaforma di riciclaggio spinto dell’Ato

I lavori sostituiranno gli esistenti e vetusti impianti di trattamento rifiuti di tipo meccanico biologico, ubicati in località Cucullera-Alli di Catanzaro

Più informazioni su

Dopo un lungo e complesso iter sono stati sottoscritti, il 7 e 28 maggio, i contratti d’appalto per l’esecuzione e la gestione, rispettivamente, delle piattaforme di riciclaggio spinto di Reggio Calabria e Catanzaro a servizio delle rispettive Ato.

Le nuove strutture, i cui lavori saranno consegnati a breve, sostituiranno gli esistenti e vetusti impianti di trattamento rifiuti di tipo meccanico biologico, ubicati in località Cucullera-Alli di Catanzaro e Sambatello di Reggio Calabria. Entrambe saranno dotate di una moderna linea per il trattamento sia del rifiuto organico sia di quello secco proveniente dalla raccolta differenziata. Inoltre consentiranno un ulteriore recupero materia prima seconda anche dal trattamento del rifiuto indifferenziato residuale.

I contratti prevedono la realizzazione dell’opera e la gestione dei rifiuti in ingresso, assicurando continuità nei conferimenti anche durante la fase esecutiva.

Per il nuovo Ecodistretto di Reggio Calabria si prevede un costo totale pari a 41,52 milioni di euro (finanziato con risorse a valere sul POR Calabria FSE-FERS 2014-2020) ed una durata complessiva dell’affidamento (lavori e gestione) pari a 1506 giorni naturali e consecutivi, di cui 596 per la sola esecuzione dei lavori.

Per il nuovo Ecodistretto di Catanzaro si prevede un costo totale pari a 41,43 milioni di euro (finanziato con risorse a valere sulla delibera CIPE 79/2012) ed una durata complessiva dell’affidamento (lavori e gestione) pari a 1085 giorni naturali e consecutivi, di cui 720 per la sola esecuzione dei lavori.

Più informazioni su