Quantcast

Gli interrogativi di Salvatore De Biase sull’ex cinema Grandinetti di Via Vittorio Veneto

Negli atti amministrativi 2021 (dup, piano alienazioni, peg) la struttura non compare, con indicazioni dal 2022 in poi deputate all'attuale amministrazione.

Più informazioni su

Se ieri in commissione consiliare si sono chiariti i motivi burocratici della chiusura del museo della memoria, su un altro bene comunale chiede lumi l’ex presidente del consiglio comunale, Salvatore De Biase, concentrandosi sull’ex cinema Grandinetti di Via Vittorio Veneto.

«E’ bene ricordare che la stessa per anni ha ospitato l’organizzazione televisiva denominata VL7; successivamente utilizzata dal comitato organizzativo del Carnevale, che ha goduto anch’essa, della struttura», ricorda De Biase, così come che la stessa era stata compresa nell’elenco dei beni alienabili come prevede la legge in assenza di uno scopo istituzionale o affidamento. Era il caso dell’associazione che organizzava la sfilata dei carri allegorici per il carnevale, la cui convenzione nel 2019 non era stata rinnovata dalla terna commissariale con successiva inclusione del bene nell’elenco dei beni chiusi per inagibilità burocratica.

Cala il sipario anche sul Carnevale di Lamezia Terme

Oggi si ci chiede «quale ruolo occuperà per evitare la sua decadenza? Ed ancora nelle more, quali interventi immediati, al fine di evitare il suo crollo? Sono previsti assegnazioni di richiamo territoriale, o ancora una volta farà parte dell’elenco doloroso delle alienazioni e quindi posta in vendita? Insomma, quale prerogative sono state programmate per dare un riconoscimento a detta struttura utile per la città?»

Negli atti amministrativi 2021 (dup, piano alienazioni, peg) la struttura non compare, con indicazioni dal 2022 in poi deputate all’attuale amministrazione.

In tema di altri immobili non agibili si cita anche la delegazione comunale dell’ex comune di Sambiase, lamentando «per quanto tempo dovrà rimanere chiusa ? I quadri, storici che mostrano figure eroiche risorgimentali, culturali e quindi poeti come Costabile, si deprezzeranno visto il tanto tempo trascorso senza nessuna attenzione ? Il pianoforte; L’impianto audio, le poltroncine, gli addobbi vari, che fine hanno fatto? Insomma, lo stare chiuso, della Sala, avrà portato umidità e pericoli nascosti?».

Interventi sulla struttura sono previsti in Agenda Urbana, la cui approvazione è ancora attesa dalla Regione.

Più informazioni su