Quantcast

“L’ospedale di Soveria Mannelli potrebbe servire a decongestionare sia la struttura di Lamezia Terme che i grossi HUB Catanzaresi”

Il Comitato Pro Ospedale del Reventino punta sulla riabilitazione cardiologica e l'aumento a 32 posti di medicina

Più informazioni su

Trova l’approvazione anche del Comitato Pro Ospedale del Reventino l’atto aziendale dell’Asp, rimarcando che «l’ultimo non ci andava, non lasciando prerogative al nostro ospedale», auspicando che «da questo presupposto potrebbe passare il rilancio della struttura montana che, benché nelle prerogative del DCA che lo tutela come ospedale di montagna, si vedrebbe rafforzare i contenuti attraverso l’istituzione della riabilitazione cardiologica, un impegno non secondario (di questo ne avevamo parlato con Lazzaro, promotore del progetto) che darebbe spessore all’offerta complessiva della struttura. Una pietra angolare, che si spera sia recepita dalla struttura commissariale e inserita nella strategia sanitaria regionale».

Anche se la stessa è legata al percorso da istituire con l’ospedale Sant’Anna, rapporto ad oggi con l’Asp però interrotto dopo le indagini dei mesi scorsi e vie legali davanti al Tar intraprese tra le parti, secondo il comitato «la riabilitazione cardiologica, che avrebbe un respiro regionale, risolverebbe anche in larga parte i bisogni del territorio dando respiro proprio alle fasce più deboli, istituendo servizi cardiologici oggi solo ipotizzati. Una prospettiva guardata con molto interesse anche da autorevoli quadri dirigenziali dell’Asp, e rappresentanti istituzionali con cui abbiamo avuto modo di parlarne negli ultimi giorni».

Si aggiunge che «a questo si potrebbe legare il progetto presentato dal dirigente della medicina interna, Gerardo Mancuso al Commissario dell’Asp, Luisa Latella, dove si chiede del personale (un medico e alcuni infermieri e un oss) che sarebbe capace di veicolare quanto in prospettiva, ovvero l’ampliamento dei posti letto di medicina che potrebbero arrivare a 32 tra ricoveri ordinari e lungodegenza, oltre che l’apertura di 8 ambulatori nella struttura complessa attivando prerogative che vanno dalla bronco-pneumologia, agli ambulatori diabetologici, cardiologici e altri».

Il commento si conclude predicando «speranza e ottimismo, anche perché nell’economia generale di prospettiva strategica, l’ospedale di Soveria Mannelli potrebbe servire a decongestionare sia la struttura di Lamezia Terme che i grossi HUB Catanzaresi. E questa potrebbe essere la volta buona».

Più informazioni su